top of page

I benefici di una corretta idratazione sulla Salute Mentale

Aggiornamento: 27 ott 2020

Spesso si è sentito parlare di acqua e benefici, ma poche volte si è fatta una correlazione tra questa e la salute mentale.


Avete mai chiesto agli utenti, di strutture pubbliche o private di ogni tipo, quanta acqua bevono durante il giorno? Questa domanda dovrebbe essere costante non solo con la stagione estiva, calda, ma dovrebbe essere una costante quotidiana.

Perchè? Vediamolo nel dettaglio.


Partiamo da uno studio condotto da Wallace J. Nichols (1), ricercatore presso l'accademia delle scienze della California che, in Blue Mind, mostra cinque benefici fondamentali dell'acqua sul benessere di un individuo; benefici riconducibili non solo al giusto apporto di acqua, ma al contatto vero e proprio con questa. Nichols ci dice infatti che il colore blu dà sollievo, che l'osservazione di un paesaggio marittimo rievoca pensieri positivi, che essere vicini a corsi d'acqua fa aumentare del 5.2% la felicità di un individuo rispetto a chi è semplicemente all'aria aperta; continua sottolineando che l'acqua è fondamentale per il funzionamento degli organi e che migliora le prestazioni attentive. Cerchiamo quindi di capire meglio quest'ultimo punto. Interessante è quanto troviamo in un articolo di In a Bottle Magazine(2), che riporta lo studio condotto dai ricercatori del Weill Cornell Medical College's Brain and Mind Research Institute, i quali hanno dimostrato come, una perdita d'acqua pari al 5% del nostro peso corporeo, può influenzare l'attività neuronale. Questo ha ripercussioni immediate su attenzione, memoria a breve termine e tempi di reazione. Nello stesso articolo possiamo leggere anche di come, una disidratazione, seppur leggera, possa avere ripercussioni su prestazioni lavorative e produttive. E sull'umore, che effetti ha una sbagliata idratazione? Ce lo mostra uno studio condotto presso l'Università della California (3), dove si è messo a confronto un gruppo di persone ben idratate (a cui è stato chiesto di ridurre il consumo di acqua) con n gruppo di persone poco idratate (a cui è stato chiesto di aumentare il consumo d'acqua); ad entrambi è stato chiesto di compilare dei test che valutassero, tra i vari items, anche stabilità emotiva, stati d'animo e benessere. È emerso che una riduzione di apporto idrico porta a irrequietezza, peggioramento dello stato d'animo oltre che peggioramento cognitivo.

Ma allora, quanta acqua si deve bere? Secondo la International Bottled Water Association (4), si può fare una stima tra il peso corporeo, l'attività fisica e l'intensità di questa: in media, un adulto di 80 kg deve bere almeno 9.5 bicchieri d'acqua al giorno (5).

È bene quindi monitorare i nostri utenti ed educare gli stessi ad una corretta idratazione, non solo perchè siamo già nella stagione estiva, ma soprattutto perchè spesso i nostri utenti, giovani e anziani, hanno difficoltà nel percepire e rispondere in maniera adeguata ai propri bisogni (a causa di limitazioni fisiologiche e/o sintomatologiche), anche a quello del bere acqua.


PRoMIND-Servizi per la Salute Mentale Srls

Dott.ssa Federica Bruno

Edit in Luglio2018



1)Blue mind. The surprising science that shows how being near, in, on or under water makes you happier, more connected and better at what you do, Wallace J. Nichols, 2018 2)Perchè una corretta idratazione aiuta le funzioni cognitive, In a Bottle Magazine. Salvatore Galeone, 20 febbraio 2018 3)Effects of Changes in Water Intake on Mood of High and Low Drinkers, Nathalie Pross, Agnès Demazières, Nicolas Girard, Romain Barnouin, Dèborah Metzger, Alexis Klein, Erica Perrier, Isabelle Guelinckx. Plos One, 11 Aprile 2014 4)Hydration Calculator, International Bottled Water Association https://www.bottledwater.org/public/hydcal/input1.html 5)Quanta acqua bere al giorno: tabelle e indicazioni. Anna De Simone. IdeeGreen, 13 settembre 2016

12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Post: Blog2_Post
bottom of page